Le Blatte

2015-02-01 Dott.sa Carla Petta ha pubblicato:

Le blatte, (ordine Blattoidei) sono chiamate comunemente anche scarafaggi. Presentano il corpo molto appiattito con il capo ipognato ed il protorace molto grande e a forma di scudo (pronoto) . Le dimensioni sono molto varie e le specie presenti in Italia oscillano da pochi mm fino a oltre i 50 mm. La colorazione è di solito uniforme, variabile dall’ocra al bruno, al nero. Generalmente sono provviste di due paia di ali, di cui le anteriori, leggermente coriacee, vengono tenute piatte sul dorso; volano comunque raramente ed alcune specie, come la Blatta orientalis, hanno femmine con le ali ridotte. Dalle abitudini crepuscolari e notturne, in qualche caso è possibile che escano dai loro rifugi anche di giorno e in presenza dell’uomo: questo è un segnale di una forte infestazione in atto. Non esiste ambiente in cui questi insetti non riescano ad insediarsi, creando disagi sul piano igienico-sanitario, culturale e economico. A volte, in presenza di elevate infestazioni, gli alimenti vengono resi inutilizzabili perché impregnati di odori sgradevoli prodotti da secrezioni ghiandolari. Appartengono all’ordine Blattoidea ed alle famiglie Blattellidae, Blattidae, Polyphagidae.

Per comprendere perché questi insetti siano così presenti nel nostro ambiente, e per programmare un efficace piano di controllo, è necessario saper individuare le varie specie e conoscere il loro ciclo vitale.

CICLO BIOLOGICO: Anche se il ciclo biologico varia da specie a specie, le blatte nel loro complesso si sviluppano attraverso graduali metamorfosi, passando attraverso quattro stadi: uovo, neanide, ninfa, adulto. Le uova vengono deposte in ooteche da cui emergono alla schiusa le neanidi che assomigliano ad una blatta in miniatura senza ali. La crescita che avviene come conseguenza delle successive mute le fanno acquisire in modo progressivo le ali (ninfa). L’ultima muta la converte in adulto in grado di riprodursi.

Le tre specie infestanti che creano seri problemi igienico-sanitari sono: BLATTELLA GERMANICA, BLATTA ORIENTALE e PERIPLANETA AMERICANA. Le altre specie presenti in Italia sono: Supella longipalpa e Polyphaga aegyptiaca.

Leggi ancora.

Condividi questo articolo sui tuoi Social Network

Consulenza di disinfestazione Chiamaci 0789 57735

Iscriviti alla nostra newsletter.
Ti terremo aggiornato sulle infestazioni del momento e come prevenirle

Antitarlo in Costa Smeralda - Antitarlo a Porto Cervo - Antitarlo a Porto Rotondo - Antitarlo ad Arzachena - Antitarlo ad Olbia - Antitarlo in Sardegna - Nuoro - Siniscola - Budoni - San Teodoro - Golfo Aranci - Arzachena - Palau - Santa Teresa - Disinfestazione in Costa Smeralda - Disinfestazione a Porto Cervo - Disinfestazione a Porto Rotondo - Antitermiti in Costa Smeralda - Antitermiti a Porto Cervo - Antitermiti a Porto Rotondo - Allontanamento volatili - Difesa del verde in Costa Smeralda - Difesa del verde a Porto Cervo - Difesa del verde a Porto Rotondo - Difesa del verde ad Arzachena - Disinfestazioni a Olbia - Disinfezione a Olbia - Disinfezione ad Arzachena

Richiedi un preventivo
X
Richiedi un preventivo

Scrivi il tuo nome: